Festa del Mare Capitani Coraggiosi Premio Internazionale “On. Nino Caragliano”

capitani-coraggiosi-con-ospiti

Ospiti della serata: Gerardina Trovato – Tuccio Musumeci – Roberto Cresca – Rossella Fiamingo – Gianfranco Pappalardo Fiumara.

Numerosi i premiati di quest’anno.

 

Vi aspettiamo  Sabato 17 Settembre 2016, Ore 20.30 Piazza San Pietro Riposto.

 

INGRESSO LIBERO

2° Festa del mare CAPITANI CORAGGIOSI PREMIO INTERNAZIONALE “On. NINO CARAGLIANO”

capitani-coraggiosi-con-ospitiOspiti della seconda edizione del Premio: Gerardina Trovato – Tuccio Musumeci – Roberto Cresca – Rossella Fiamingo – Gianfranco Pappalardo Fiumara e tanti altri….

PRESENTA: ENRICO PAPI

 

Piazza San Pietro Riposto (Ct) ingresso libero.

2° Festa del Mare Capitani Coraggiosi Premio Internazionale “On. Nino Caragliano

festa-del-mare

 

Un atto d’amore verso la nostra Riposto. Video di Pietro Redi

[embedyt] http://www.youtube.com/watch?v=HbzG543PlPw[/embedyt]

Progetto SAVE NHAIMA

naira

Another side of the moon 50 anni Pink Floyd Mostra Fotografica-vinili

side of the moon

Mascherine in TV

carnevale

La Riposto dei ricordi

A cura del collezionista ripostese Gaetano Cannavò

La Riposto dei ricordi

img253

porto in costruzione 1925 circa

img251

Piazza S. Pietro 1920 c.a.

img250

Corso Umberto (oggi Corso Gramsci) vista da p.zza San Pietro

img252

Panorama dal porto. 1925 c.a.

img255

Portici municipio

img254

Piazza S. Pietro fine anni '30

img257

Corso Vittorio E. oggi corso Italia 1930

img258

P.zza dello Statuto (oggi Villa Pantano) 1925 c.a.

Via Cavour 1930 c.a.

Via Cavour 1930 c.a.

img261

panorama 1925 c.a.

img263

P.zza del commercio ed Istituto nautico 1925 c.a.

Restauro Lapide lignea caduti della prima guerra mondiale

lapide lignea

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

4 novembre 2015

La Proloco di Riposto, grazie all’impegno del Presidente Sebastiano Scalone, curando il restauto ha ricollocato  presso il Comune di Riposto la lapide lignea, in ricordo dei caduti ripostesi della prima guerra mondiale.

Nel nostro piccolo,” scrive il presidente Scalone, “a Riposto, lo abbiamo fatto, non Vi abbiamo dimenticato. La lapide lignea con i nomi dei caduti della prima guerra mondiale è stata restaurata e collocata in un luogo consono. Un ringraziamento al Sindaco e all’Amministrazione Comunale, al cerimoniere del comune Salvo Puglisi, a Simone Stella, alla Croce Rossa Italiana, alla Comig srl, a Michele Giusa, a Giovanni Musumeci, a Davide Camarda e a tutti i soci della Proloco. Un ringraziamento particolare ed affettuoso ad Alberto Micalizzi. Anche il prof. Armando Patanè, da lassù sarà contento!!!!!”

 

L’Istituto Tecnico Nautico

nautico oggi

L’Istituto Tecnico Nautico è nato con Riposto ed è espressione della cittadina di Riposto, in quanto strettamente legato al tessuto connettivo della cittadina ed alla sua crescita culturale e sociale.

istituto nauticoÈ tra le più antiche scuole nautiche di Italia. Ferdinando I di Borbone, il famoso re nasone, con Reale Iscritto datato 12 febbraio 1820 istituiva a Riposto una scuola nautica per capitani di cabotaggio e d’altura, che iniziò immediatamente a funzionare sotto la guida del capitano ripostesi Ferdinando Coco che ebbe l’incarico di Lettore Nautico cioè preside ed unico insegnante. In Sicilia questa era la seconda istituzione del genere che sorgeva. Allora infatti vi era il Seminario nautico di Palermo, fondato nel 1788 e nel quale si era diplomato il capitano Ferdinando Coco, divenuto poi docente. Il nautico però non sorgeva per la generosità del re, ma per l’impegno dei commercianti ripostesi che nel 1819 avevano chiesto al governo borbonico l’istituzione di una scuola nautica, obbligandosi al mantenimento della stessa. I commercianti erano guidati da Gaetano De Majo. La scuola nautica funzionò dal 1820 al 1864 ed ebbe un totale di 540 allievi, allora si accettavano solo i figli della gente di mare. La scuola aveva i locali in una casa privata nei pressi della Chiesa dalla Lettera, ed il vicolo dal quale si entrava, si chiama vicolo della Scuola nautica. Si insegnavano aritmetica, algebra, geometrica piana, geometria sferica, navigazione, nozioni della sfera celeste.

Dopo l’Unità d’Italia con decreto del 26 gennaio 1865, la scuola nautica diventa “Scuola Nautica e Costruzione Navale”, aumentava il numero degli insegnanti da uno a quattro, due nominati dallo Stato e due dal Comune. Questa scuola iniziava i corsi nell’anno scolastico 1869/70 e oltre ai sei insegnamenti impartiti dal 1820 vi si insegnarono la lingua italiana, matematica complementare, geografia descrittiva, osservazioni pratiche di meteorologia, nozioni di codice del commercio. In un quadriennio la scuola nautica diplomava ben sessantasei alunni. Nel 1873 con un Regio Decreto la scuola venne elevata a Regio Istituto Nautico, con tre sezioni di capitani di cabotaggio, di lungo corso e di costruttori navali. Quest’ultima sezione fu sostituita nel 1985 con la sezione dei macchinisti navali.

nautico e cafiero

 

Per un cinquantennio, fu preside il matematico e astronomo Federico Cafiero. Nato a Meta, si era trasferito a Riposto poco più che ventenne per assumervi l’incarico di docente di Matematica e Scienze Nautiche e la presidenza. Nell’Istituto Nautico che portava il nome dell’ammiraglio Ruggero di Lauria, Federico Cafiero istituì un osservatorio meteorologico, che fu poi annesso all’Istituto. Nel 1970, il 24 ottobre, Riposto celebrò il 150° anno della fondazione dell’Istituto. A ricordo dell’evento fu murata un’epigrafe che diceva: “Nel 150° anniversario della fondazione, l’Istituto Nautico di Riposto, trae dal suo operoso e fervido passato, i più lieti auspici dei un migliore e lieto avvenire.”

Dall’Anno Scolastico 2010/2011, a seguito al riordino degli Istituti Tecnici, l’Istituto Tecnico Nautico è diventato un Istituto Tecnico per l’indirizzo Tecnologico con indirizzo Trasporti e Logistica.

L’istituto ospita un importante planetario.

 

Fonte:http://www.iissitnitgipsriposto.gov.it/istituto-tecnico-nautico-l-rizzo/la-storia-itn.html