2° Festa del Mare Capitani Coraggiosi Premio Internazionale “On. Nino Caragliano

  • 0

  • 0

  • 0

  • 0

  • 0

  • 0

La Riposto dei ricordi

A cura del collezionista ripostese Gaetano Cannavò

La Riposto dei ricordi

porto in costruzione 1925 circa

Piazza S. Pietro 1920 c.a.

Corso Umberto (oggi Corso Gramsci) vista da p.zza San Pietro

Panorama dal porto. 1925 c.a.

Portici municipio

Piazza S. Pietro fine anni '30

Corso Vittorio E. oggi corso Italia 1930

P.zza dello Statuto (oggi Villa Pantano) 1925 c.a.

http://Via%20Cavour%201930%20c.a.

Via Cavour 1930 c.a.

panorama 1925 c.a.

P.zza del commercio ed Istituto nautico 1925 c.a.


  • 0

  • 0

Restauro Lapide lignea caduti della prima guerra mondiale

lapide lignea

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

4 novembre 2015

La Proloco di Riposto, grazie all’impegno del Presidente Sebastiano Scalone, curando il restauto ha ricollocato  presso il Comune di Riposto la lapide lignea, in ricordo dei caduti ripostesi della prima guerra mondiale.

Nel nostro piccolo,” scrive il presidente Scalone, “a Riposto, lo abbiamo fatto, non Vi abbiamo dimenticato. La lapide lignea con i nomi dei caduti della prima guerra mondiale è stata restaurata e collocata in un luogo consono. Un ringraziamento al Sindaco e all’Amministrazione Comunale, al cerimoniere del comune Salvo Puglisi, a Simone Stella, alla Croce Rossa Italiana, alla Comig srl, a Michele Giusa, a Giovanni Musumeci, a Davide Camarda e a tutti i soci della Proloco. Un ringraziamento particolare ed affettuoso ad Alberto Micalizzi. Anche il prof. Armando Patanè, da lassù sarà contento!!!!!”

 


  • 0

Vavalaggi in guazzetto ( Lumache di mare)

Chef Isidoro Messina (3)

Ricetta a cura dello Chef Isidoro Messina

 

 

 

 

 

 

 

Vavalaggi in guazzetto, chef Isidoro Messina, Torre Archirafi

Vavalaggi in guazzetto, chef Isidoro Messina, Torre Archirafi.

“Sono una cosa strana per alcuni, e se non si sono mai mangiate forse potrebbero far uno strano effetto.I vavalaggi, le lumache di mare che si raccolgono lungo il litorale di Torre Archirafi. Non è un “pasto” perchè dopo mezzora che tiri fuori (mezze) lumache ne hai mangiate pochi grammi, non so nemmeno in che categoria metterle, diciamo comunque  tra i secondi…oserei chiamarlo un passatempo…”

 

 

 

 

Ingredienti:

  • 500g Vavalaggi freschi;
  • 1 Cipolla;
  • 400g pomodori a pezzetti(meglio freschi, ma vanno bene anche i pezzettoni);
  • Sale e pepe q.b.;
  • Pane da inzuppare.

Procedimento:

Rosola della cipolla, aggiungi dei pomodori spezzettati e fai cuocere per alcuni minuti.
Unisci dell’ acqua calda, regola di sale e pepe e porta a bollore, tuffa i vavalaggi e falli cuocere fino a quando la cottura ne esalta il gusto e il profumo, se vuoi aggiungi qualche foglia di prezzemolo o basilico, ma non dimenticare il pane che và inzuppato nel guazzetto. Gusta il tutto con calma, aiutati con un ago o con uno stuzzicadenti per estrarre il piccolo mollusco dalla sua conchiglia, abbina un buon vino rosè leggermente frizzantino, è vai!

I vavalaggi si mangiano cosi:

vavalaggi_lumache-di-mare-al-pomodoro1(come mangiare)

 

 


  • 0